Obbligo green pass attività commerciali

Gent. Associato,

come noto dal 1° febbraio 2022 il green pass ordinario (o "base") servirà per l'accesso ai seguenti servizi e attività: pubblici ufficiservizi postalibancari e finanziariattività commerciali, escluse quelle necessarie per assicurare il soddisfacimento di esigenze essenziali e primarie della persona.

-          A chi spettano i controlli e quali sono le sanzioni se non vengono effettuati?

Spetta ai titolari, gestori o responsabili dei servizi e delle attività effettuare le dovute verifiche nel rispetto delle nuove prescrizioni. La mancata osservanza delle disposizioni comporta l’applicazione della sanzione amministrativa da 400 a 1000 euro (ai sensi dell’art. 4 DL 19/2020).

-      Quali sono le attività commerciali di vendita al dettaglio per le quali non è richiesto il green pass all’accesso?

Le attività commerciali di vendita al dettaglio per le quali non è richiesto il green pass dal 1° febbraio 2022 è il seguente:

  • Commercio al dettaglio in esercizi specializzati e non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande (ipermercatisupermercatidiscount di alimentariminimercati e altri esercizi non specializzati di alimenti vari), escluso in ogni caso il consumo sul posto;
  • Commercio al dettaglio di prodotti surgelati;
  • Commercio al dettaglio di animali domestici e alimenti per animali domestici in esercizi specializzati;
  • Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati;
  • Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari;
  • Commercio al dettaglio di medicinali in esercizi specializzati (farmacieparafarmacie e altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica);
  • Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati;
  • Commercio al dettaglio di materiale per ottica;
  • Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento.



    Quali sono le attività commerciali che devono richiedere il green pass per l’accesso e come avvengono i controlli?

 Dal 1° febbraio fino al 31 marzo prossimo, l'accesso alle attività commerciali non incluse nell’elenco su riportato, è consentito esclusivamente ai soggetti in possesso del green pass base, cioè quello ottenibile anche con tampone rapido o molecolare. Gli ingressi restano contingentati, come da linee guida per la riapertura vigenti.Come specificato dal Governo "I titolari degli esercizi per i quali è richiesto il green pass base non devono effettuare necessariamente i controlli sul possesso del green pass base all’ingresso, ma possono svolgerli a campione successivamente all’ingresso della clientela nei locali" (salvo eventuali ulteriori variazioni)

 

Come si effettuano i controlli sul green pass dei clienti?

La verifica dell’autenticità del green pass avviene tramite l’app VerificaC19, installata su un dispositivo mobile. L’app non necessita di una connessione ad internet poiché funziona anche offline e non memorizza informazioni personali sul dispositivo del soggetto verificatore. L’app VerificaC19, anche se conforme alla versione europea, mostra all’operatore meno dati per minimizzare le informazioni trattate. Il soggetto esibisce il QR Code della propria certificazione (formato cartaceo o digitale) al verificatore che, tramite l’app legge il codice e ne ricava le relative informazioni per procedere al controllo. Una volta che l’app VerificaC19 mostra graficamente nome, cognome, data di nascita dell’intestatario e conseguente validità del green pass, il verificatore può procedere alla richiesta di un documento di identità valido per verificare la corrispondenza dei dati anagrafici.

I nostri uffici sono a disposizione per approfondimenti (per info 0171604111).

Cordiali saluti.

LA SEGRETERIA

In allegato CARTELLO GREEN PASS COMMERCIO

Confcommercio Cuneo