Alluvione, costituito un tavolo permanente di crisi

Nel pomeriggio di oggi presso gli Uffici di Confcommercio della Provincia di Cuneo, a seguito dell’evento alluvionale che ha duramente colpito alcune vallate del nostro territorio, si è svolta una importante riunione per la costituzione di un tavolo permanente di crisi. Tema: la valutazione dei danni e i provvedimenti da attuare di concerto con le varie rappresentanze del nostro sistema.

Erano presenti, oltre al Presidente Luca Chiapella e il Segretario Generale Marco Manfrinato, Giorgio Chiesa, Presidente pro tempore dell’Associazione Albergatori Esercenti ed Operatori Turistici della Provincia di Cuneo, Domenico Pera, Presidente dell’Ascom di Ceva, Carlo Giorgio Comino, Presidente dell’Ascom Monregalese, Giuseppe Carlevaris ed Armando Erbì, Presidente e Direttore di Conitours, Consorzio Imprenditori Turistici e numerosi imprenditori e una delegazione di delegati e imprenditori delle Valli Gesso, Vermenagna e Tanaro.

Fatta una sommaria e ancora parziale ricognizione, è subito emerso il danno commerciale e turistico immediato e a medio-lungo termine, con una stagione invernale messa a forte rischio.
Si evidenzia l’urgente ripristino dei collegamenti viari, volgendo lo sguardo verso la ferrovia che può rappresentare una soluzione praticabile se potenziata e adattata al rilancio indispensabile di un turismo transfrontaliero. Ulteriori proposte, gli sgravi sull’utilizzo delle infrastrutture efficienti e il rafforzamento del marketing del territorio con pacchetti turistici profilati ad hoc.

#Confcommerciocè al fianco dei propri associati coinvolti dal disastro ambientale e si fa immediatamente portavoce di soluzioni e proposte alle autorità competenti.

confcommercio cuneo alluvione tavolo di crisi